Il vino Elis premiato alla XIII edizione di Radici del Sud

Il 2018 continua all’insegna dei riconoscimenti per Elda Cantine, l’azienda vinicola foggiana che lo scorso 11 giugno si è classificata prima con il vino Elis 2017, nella categoria “Falanghina”,  al XIII Salone Radici del Sud.

Il riconoscimento è stato assegnato dalla giuria di Wine Writers, composta da diversi giornalisti italiani guidati da Francesco Falcone e Pasquale Porcelli  (WineSurf), Chiara Giorleo (Luciano Pignataro Wine Blog), Andrea Terraneo (Vinarius), che hanno passato in rassegna l’eccellenza dei vini da “vitigno autoctono del Sud Italia”, durante la settimana di  incontri e degustazioni svoltasi a Sannicandro di Bari.

Una nuova soddisfazione per l’ingegnere foggiano Marcello Salvatori, a capo della casa vinicola con sede a Troia, e l’enologa Rosalia Ambrosino che firma tutti i vini di Elda Cantine, perché è il primo riconoscimento per Elis, raffinatissimo bianco composto al 100% di falanghina, prodotto solo da 2016 nei vigneti di Torremaggiore.

Un’attestazione d’eccellenza che si aggiunge al palmares dell’azienda  che nel 2018 si è aggiudicata anche la medaglia d’argento per il vino A.more 2016 al Gran Premio Internazionale del Vino MUNDUS VINI  e la medaglia d’argento all’International Wine Challenge di Londra, con il vino Il Primo.

Un anno positivo, che vede, inoltre,  il team di Elda sempre in giro per il mondo – di recente i viaggi  in Giappone e  Usa – per incontrare buyers internazionali e soddisfare le crescenti richiesti di vini “Made in Puglia” da parte dei mercati esteri, sempre più attenti alla proposta di alta qualità di aziende che uniscono  processi produttivi eco-sostenibili,  al rispetto dell’ambiente e della tradizione.