Continuano le soddisfazioni per Elda Cantine ed i suoi vini, che collezionano premi e riconoscimenti in Italia e all’estero. Ultimo della serie il premio ricevuto Domenica 11 Marzo a Torino da Marcello Salvatori, l’ingegnere a capo delle cantine troiane: il Rosone d’Argento 2018.
Un premio speciale soprattutto per il carattere affettivo del riconoscimento, visto che il premio viene riservato a personalità del mondo dell’impresa e della cultura che danno lustro alla comunità Troiana in Italia e nel mondo, assegnato dal comitato organizzativo presieduto dall’avv. Mario Tredanari e composto dai membri dell’associazione culturale “Aria di Troia”.
Al fondatore di Elda Cantine è stato, infatti, riconosciuto il merito di aver contribuito alla promozione e valorizzazione del celebre Nero di Troia in tutto il mondo, grazie all’esportazione di prodotti d’eccellenza non solo nel mercato nazionale, ma anche in Nord Europa, Asia e Russia.
Con l’assegnazione del Rosone d’Argento – conferito anche alla Maina S.p.A., fondata dalla famiglia troiana Di Gennaro – all’interno della prestigiosa cornice Torinese, la città di Troia e tutti i troiani residenti in Italia hanno riconosciuto all’imprenditore foggiano, esperto di energie rinnovabili, il valore dell’impegno per la valorizzazione di un territorio le cui potenzialità sono amplificate anche dall’uso di processi produttivi attenti alla salvaguardia dell’ambiente.
Infatti, le cantine Elda nascono dal progetto di Salvatori di utilizzare le energie rinnovabili in viticoltura. Una scelta che oggi fa di Elda Cantine una tra le aziende vinicole più prestigiose di Puglia, come attestato dagli ultimi riconoscimenti ricevuti, tra cui ricordiamo la medaglia d’argento al Gran Premio Internazionale del Vino MUNDUS VINI – Spring Tasting 2018, ricevuta a fine Febbraio in Germania.